Pieve di Sant’Agata del Mugello (AcRoSs)

Titolo: AcRoSs: A(archeologia)cR(restauro)oS(sismologia)s

La Pieve di Sant’Agata del Mugello, in provincia di Firenze, rappresenta un testimone di grande valore storico, culturale e scientifico dell’attività sismica della regione. Attraverso le diverse fasi di trasformazione della chiesa nel corso della sua storia, è possibile risalire alle caratteristiche del moto sismico del suolo che ha interessato a più riprese (ad esempio nel 1542, 1597, 1611, 1919) il comune di Scarperia e San Piero. Conoscere il moto del suolo legato ad un terremoto permette di migliorare la stima della pericolosità sismica e di lavorare alla mitigazione del rischio sismico a cui è esposta la popolazione.

 

La Pieve di Sant’Agata, date le sue caratteristiche architettoniche, le innumerevoli testimonianze storiche e la sua localizzazione in un’area a medio/forte attività sismica, è un caso di studio unico nel suo genere. Per questo motivo un gruppo interdisciplinare e internazionale (Italia-Francia) coordinato dall’Università degli Studi di Siena con la collaborazione dell’ Università degli Studi di Firenze (DIDA), l’ICVBC del CNR di Firenze, l’Ecole Normale Supérieure de Paris, l’Institut de Radioprotection et Sûreté Nucléaire (Paris) e il CEREMA, intende concentrare le proprie ricerche su di essa.

La ricerca scientifica, si basa sulla realizzazione di un modello digitale della Chiesa e degli edifici annessi, la cui progettazione integra le analisi storico-archeologiche, il rilievo tridimensionale della struttura, ed una serie di informazioni ottenute attraverso l’ascolto della risposta dell’edificio al rumore sismico.

 

CAMPAGNA STRATIGRAFICA